Master in Gestione e Digitalizzazione del Patrimonio Culturale

Percorso di studi 2017

Le lezioni cominceranno il 24 febbraio e termineranno il 21 dicembre 2017.
Il programma dettagliato di ciascuna materia sarà a disposizione di tutti gli iscritti.

Programma

1.  La storia dell’arte attraverso la materia costitutiva
Il modulo offre un approccio orientativo alla storia dell’arte con una particolare attenzione alla correlazione con le tecniche artistiche e gli eventi della storia. Sarà affrontato il tema della nascita delle gallerie e collezioni prima a scopo privato e poi pubbliche e lo sviluppo del mercato d'arte.

2.  Technical Art History. Gli artisti ed il loro processo creativo
Il modulo affronta la conoscenza del processo creativo di alcuni dei più grandi artisti italiani (Giotto, Raffaello, Leonardo, Michelangelo, Caravaggio, Tiziano etc) mediante l’osservazione dei risultati delle indagini diagnostiche eseguite sui dipinti degli artisti considerati, quali materiali utilizzavano e come venivano preparati.

3.  La conservazione e delle opere nel tempo
Il modulo affronta il delicato tema della conservazione delle opere d’arte e la sua storia, esaminando il loro invecchiamento irreversibile e le problematiche legate al loro degrado; gli interventi dell’uomo per conservarle dai primi approcci ai metodi di restauro "scientifico"; le attuali strategie museali di conservazione delle opere d’arte.

4.  Il restauro architettonico: contenitore e contenuti
Il modulo intende affrontare le principali problematiche inerenti il restauro architettonico e il tema della conservazione delle strutture architettoniche sia esse archeologiche sia esse a loro volta contenitori di opere d’arte, informando sulle diverse possibilità nell’ottimizzare la conservazione di una collezione d’arte all’interno di un palazzo storico.

5.  Musei oggi, mostre ed eventi
Questo modulo intende far conoscere il funzionamento dei maggiori musei italiani ed esteri tra esempi di eccellenza e non. Si porrà l’attenzione sul funzionamento delle maggiori organizzazioni di tutela del patrimonio artistico mondiale come l’Unesco e il World Monument Fund. Si analizzerà anche la figura del curatore di collezioni d’arte, di mostre ed eventi.

6. Digitalizzazione e la conservazione dei beni culturali: tecnologie e metodi
Il modulo didattico affronterà le diverse prospettive e i diversi aspetti tecnologici relativi alla conversione digitale di un patrimonio culturale. Dalla schedatura, archiviazione e consultazione di documenti e libri,  alla gestione e ricerca di banche-dati e banche-immagini, alle tecnologie di scansione multispettrale e ricostruzione 3D di siti archeologici, alla realizzazione di musei virtuali etc. Il modulo prenderà in considerazione le strategie di ricerca applicata e avanzamento conoscitivo rese possibili dal trattamento digitale del patrimonio culturale. 

7. La comunicazione e fruizione digitale del patrimonio culturale: dal turismo multimediale alla editoria digitale
Il modulo didattico spazierà dalle nuove soluzioni museografiche e turistiche legate al museo digitale , alla realtà virtuale, alla realtà aumentata, alla multimedialità ed alla interattività della fruizione delle opere d’arte, fino alla trasformazione/contaminazione dei prodotti editoriali su dispositivi digitali multipli. I protagonisti di queste nuove forme di comunicazione integrano competenze disciplinari diverse, nonché canali e linguaggi non convenzionali. Si analizzeranno le nuove strategie di management e di promozione del patrmonio culturale digitale e le piattaforme tecnologiche disponibili in rete.

8.  Il marketing e management tra profit e non profit
Il modulo didattico intende sviluppare la conoscenza delle dinamiche di marketing e management rivolto ai Beni Culturali per assicurare al meglio l’erogazione di servizi culturali, le attività di valorizzazione del patrimonio e di fund raising. Si forniranno gli elementi per lo sviluppo di un business plan e si analizzerà anche il funzionamento delle fondazioni e delle associazioni non profit che lavorano per la salvaguardia a e la valorizzazione del patrimonio culturale.

9.  La comunicazione culturale
In questo modulo si comprenderà l’importanza di una giusta comunicazione per il successo di una operazione di valorizzazione. Si potrà avere una conoscenza dei principali strumenti per costruire una corretta campagna di comunicazione. Durate il corso si svilupperà un piano di comunicazione per il progetto espositivo in realizzazione con il modulo Musei oggi, mostre ed eventi.

10.  Aspetti legali legati al mondo dei Beni Culturali
Il modulo intende affrontare il tema delle principali norme in vigore sulla tutela, valorizzazione, esportazione e sui prestiti temporanei del patrimonio culturale. Si sofferma sulle differenze tra i sistemi giuridici italiani e stranieri in materia di beni culturali dando delle direttive sull’intricato labirinto del codice dei Beni Culturali nazionale e nella giurisdizione internazionale delle opere d’arte. Si intende inoltre chiarire il ruolo delle organizzazioni internazionali dall’Unesco al World Monument Fund, ai caschi blu dell’arte.

11. Orientamento al lavoro

12. English Grammar & ConversationElementary A1 - Intermediate B1 - Upper-Intermediate B2 - Advanced C1

13. Art English: l’inglese del mondo dell’arte  

Gli orari delle aule di English Grammar and Conversation saranno confermati allo studente dopo aver definito il livello di conoscenza della lingua inglese.